Comunicare

Her – Lei

Che Joaquin Phoenix sia uno degli interpreti più talentuosi del panorama artistico cinematografico, ce lo dimostra (se ancora ce ne fosse bisogno) il geniale “Her”. L'incontro tra l'attore e il regista Spike Jonze ha prodotto una vera e propria magia. 

LOCANDINAIl regista è riuscito ha cucirgli addosso un personaggio dolce, mite e confuso: Thedodore, un uomo solo che tenta maldestramente di curare il suo cuore infranto tuffandosi a capofitto nell'universo virtuale da cui è circondato. Ha un matrimonio fallito alle spalle, tante questioni irrisolte e un'evidente difficoltà a relazionarsi con l'altro sesso. Theodore, il cui lavoro consiste nello scrivere lettere personali per conto di clienti, deciderà di acquistare un sistema operativo di ultima generazione, dotato di coscienza (Samantha), con cui, ben presto, inizierà una vera e propria relazione sentimentale. La genialità del regista sta proprio in questa capacità di riflettere sulla volubilità della natura umana utilizzando una situazione limite e inventandosi trovate che concretizzino visivamente la relazione. Tra le sequenze che resteranno impresse a lungo nella nostra mente ci sono le struggenti passeggiate di Theodore, che decide di far conoscere a Samantha il mondo per la prima volta, filtrando la visione della città, della spiaggia e della montagna attraverso, la webcam dello smartphone. 

CLICCA QUI PER VEDERE IL TRAILER

Spike Jonze è stato talmente eccezionale da creare un amalgama perfetto in cui si fondono le relazioni sentimentali presenti e passate di Theodore, gli amici, il lavoro e il rapporto ossessivo con la tecnologia. Ogni minimo dettaglio, anche il più apparentemente insignificante, è il tassello di un incredibile puzzle. Her riesce ad essere al tempo stesso incredibilmente profondo e divertente, emozionante e malinconico, il tutto grazie a un tocco registico delicato e sorprendente che cattura lo spettatore fin dalla prima, bellissima, immagine: il primo piano di Joaquin Phoenix intento a dettare al computer, sguardo fisso sullo spettatore, una delle struggenti lettere che è pagato per scrivere, ci prende per mano e ci accompagna per tutto il film. Il centro di Her è Joaquin Phoenix, presente in ogni singola scena. I suoi dubbi, i suoi tormenti, il suo candore e il bagaglio di rimpianti che si porta appresso lo rendono una figura eccezionalmente empatica. Un applauso va anche a Scarlett Johansson capace di generare l'illusione della presenza fisica della sua Samantha con il solo uso della voce. 

Costanza Palandri

                                      Fotogrammi tecnici

Titolo

Her – Lei

Regista

Spike Jonze 

Anno

2013

Interpreti principali

Joaquin Phoenix: Theodore

Amy Adam: Amy

Mara Rooney: Catherine

Olivia Wilde: Amelia

Chris Pratt: Paul

Scarlett Johansson: Samantha 

Riconoscimenti 2013

Riconoscimenti 2014

  • Oscar per la migliore sceneggiatura originale a Spike Jonze
  • Golden Globe per la migliore sceneggiatura a Spike Jonze
  • Saturn Award per: migliore film fantasy, migliore sceneggiatura a Spike Jonze, migliore attrice non protagonista a Scarlett Johansson 
  • Critics' Choice Movie Award per la migliore sceneggiatura originale a Spike Jonze 
  • Writers Guild of America Award per la migliore sceneggiatura originale per il cinema a Spike Jonze

 

 

 

 

 

You must be logged in to post a comment.