Atelier Storie

Impronte… nell’anima

È matematico: come afferma il terzo principio della dinamica, ad ogni azione corrisponde una reazione, di forza pari e contraria. Ed i principi della meccanica possono essere altrettanto validi quando si parla di sentimenti? Forse, visto che possiamo tramutare l’amore in odio… o forse quest’ultimo, quando arriva, è di forza ben più che pari rispetto all’amore che si trasforma? Poi, possiamo anche tramutare le delusioni in entusiasmo, ed in questo caso probabilmente la reazione è di nuovo più forte dell’azione che l’ha provocata. Tutti questi giri di parole per arrivare a capire che, comunque, nella nostra anima si annidano le impronte lasciate dai ricordi, positivi o negativi questi siano, e che grazie a loro diventiamo persone capaci di reagire, talvolta tracimando l’anima in azioni negative, ma – vivaddio – molte altre volte mettendo a segno idee e progetti che trasformano le nostre esperienze in progetti nei quali trasferire la consapevole voglia di fare qualcosa di buono.

Schermata 2015-01-22 a 17.47.12

Abbiamo intravisto questi concetti negli elementi che hanno fatto nascere a Parma, proprio in questi giorni – gennaio 2015 -, l’associazione “Impronte… nell’anima”, dedicata a tutte le persone che amano gli animali e che, fiduciose che il rapporto uomo-animale porti serenità e benessere alle persone di ogni età, hanno deciso di dare la propria disponibilità per portare un sorriso a persone già seguite con trattamenti farmacologici, certi che in questo modo potranno portare loro significativi miglioramenti anche psicologici e fisici.

Per questo, “Impronte… nell’anima” si occuperà di:

  • far conoscere, e quindi divulgare con ogni mezzo, l’importanza dell’affezione con l’animale domestico;
  • coadiuvare e supportare con l’aiuto di vari animali domestici (cane, coniglio, asino, cavallo) gli interventi sanitari già in atto in pazienti che ne hanno necessità;
  • costruire progetti specifici con l’aiuto di animali d’affezione – animali inusuali, grandi animali, animali da fattoria – rivolti ad asili nido e scuole di ogni ordine e grado;
  • organizzare corsi di educazione di base ed avanzata sul rapporto uomo-animale;
  • organizzare stage, convegni, seminari informativi e conoscitivi rivolti a proprietari di cani e a tutti coloro che vorranno avvicinarsi agli I.A.A.
  • organizzare agility dog, obedience, rally-obedience, dogdence, sport acquatici cinofili, attivazione mentale, ricerca olfattiva;
  • offrire supporto formativo ai soci ed a chi ne farà espressamente richiesta;
  • partecipare a manifestazioni pubbliche in occasione di eventi/dimostrazioni presso enti pubblici e privati.

L’associazione nasce “bene assortita”, potendo contare sulla presenza delle principali figure previste dal “Centro di Referenza Nazionale per gli Interventi Assistiti con gli Animali”, secondo il protocollo redatto in collaborazione col Ministero della Salute: stiamo quindi parlando di coadiutore dell’animale, veterinario, psicologo-psicoterapeuta.IMPRONTA

Il coadiutore dell’animale prende in carico l’animale durante le sedute, e in tali fasi:

  • assume la responsabilità della corretta relazione uomo-animale;
  • provvede a monitorare lo stato di salute e il benessere dell’animale impiegato secondo le indicazioni del medico veterinario al quale riferisce eventuali sintomi o disturbi comportamentali.

IMPRONTAIl medico veterinario collabora col responsabile del progetto nella scelta della specie di animale e della coppia coadiutore-animale, valutando i requisiti sanitari e comportamentali dell’animale impiegato. È inoltre responsabile della sua salute, del suo benessere e della sua corretta gestione.

Lo psicologo-psicoterapeuta (o un medico specialista) è il responsabile del progetto. Coordina l’equipe nella definizione degli obiettivi del progetto e delle relative modalità di attuazione e valutazione degli esiti.

A questo punto, non resta che presentare lo “staff” di “Impronte… nell’anima”: due splendidi cani, Fly e Laila, che già da tempo fanno interventi in case di riposo, il coniglietto Abu e due asinelli, Stella e Hiho, impegnati nella onoterapia.IMPRONTA

Sinceramente EgoBene si sente piuttosto orgoglioso di poter parlare di “Impronte… nell’anima” in una sorta di battesimo mediatico: ne siamo felici, perché riteniamo che, viste le premesse, farà un ottimo lavoro, ma ne siamo anche felici perché operativissima – come del resto fa parte del suo modo di essere – troviamo anche la psicologa Marta Viappiani, che supporta con il suo lavoro anche il blog, del quale è uno dei principali riferimenti. 

E siamo pronti a scommettere che… l’associazione lascerà ottime impronte!

Danda Delfino

 

 

 

You must be logged in to post a comment.