Atelier Formarsi

Bianco, nero o sfumato?

Tendere la mano, porgendola ha chi ha bisogno di aiuto. È un gesto di apertura, di fiducia verso “l’altro”, chiunque questo sia, che sembra essere sempre più raro. O, forse, i media – occultando qualunque genere di notizia positiva – raccontano soltanto quelle cattive perché destano più attenzione? Probabilmente la verità sta nel mezzo, come dicevano i saggi Latini che di cose ce ne hanno insegnate tante, compreso appunto il famoso “in medio stat virtus”: e se la virtù sta sempre nel mezzo, magari fare un passetto ciascuno per andarle incontro sarebbe una piccola cosa, ma di grande effetto. È quella stessa cosa che si definisce anche “equilibrio”, o ancor più semplicemente “buon senso”, poste a ricordare che non tutto è solo nero o solo bianco, ma che fra i due estremi esistono un’infinità di sfumature… di grigio e di colori. 

Blue contact

Ma il (buon) senso della misura sembra essere ormai avviato verso una sorte che lo vede al suo tramonto, un argomento ridotto ormai in via di estinzione, al pari di specie animali e vegetali inesorabilmente distrutte, o quasi. Le persone sono già poco propense ad andarsi incontro – comprensibilmente, se vogliamo, considerando le tante difficoltà che quotidianamente dobbiamo affrontare, trovandoci spesso abbandonati a noi stessi, se non addirittura vessati da un sistema che premia atteggiamenti fino a poco tempo fa considerati devianza – ed a questo dobbiamo aggiungere quel potente deterrente che è la rete. Quel “net” con il quale ormai quotidianamente ci confrontiamo, nel quale affondiamo aspettative, dove coltiviamo illusioni. Quel “net” dove tutto è amplificato, esasperato per condurre gli animi dove qualcuno vuole portarli, inducendo a non pensare ma solo ad adeguarsi ad un modo di apparire tristemente privo di qualunque contenuto.

E tutto diventa spettacolo, anche la più folle atrocità, senza un minimo di pudore. Sinceramente questo atteggiamento non ci trova concordi, e se seguite EgoBene non dovreste stupirvi della nostra riottosità. Fra i nostri obiettivi abbiamo quello di stimolare il pensiero critico proponendo argomenti che siano utili a creare una coscienza, a ricreare valori apparentemente sopiti perché considerati obsoleti, non più di moda. Ma siamo convinti – pur restando sempre dalla parte del sano senso di dubbio, che ha accompagnato ogni utile innovazione umana – che è proprio nella riscoperta dei valori più semplici il punto di partenza per ricominciare a guardarci con rispetto. Si ricomincia dai gesti più semplici, come porgere la mano allo scopo di crescere insieme.

Danda Delfino

POTREBBERO INTERESSARTI

 

 

You must be logged in to post a comment.