Formarsi

Donne che comprano fiori

È un sottile filo rosso… tessuto insieme dai petali della solidarietà, quello che lega la vita di cinque donne, nel romanzo Donne che comprano fiori. Donne arrivate al bivio, donne messe davanti a realtà difficili, a responsabilità pesanti dalle quali hanno necessità di scostarsi, donne che fra loro non si conoscono ma che inconsapevolmente cedono al richiamo del Giardino dell’Angelo, un negozio di fiori molto speciale, nel cuore un piccolo quartiere al centro di Madrid: sta lì da oltre 200 anni, di storie ne ha viste e… custodite molte. Di storie ne ha viste e ne vedrà molte!

Il Giardino dell’Angelo è curato e gelosamente custodito da Olivia – donna saggia e misteriosa, guida spirituale per le cinque più o meno quarantenni gravitanti nella sua oasi – che dice un giorno a Marina, protagonista e voce narrante del romanzo: « ho vissuto abbastanza da sapere che c’è un momento nella vita di ogni persona in cui quest’ultima ha la possibilità di fare un cambiamento radicale, a centottanta gradi. Un’unica e grande opportunità per crescere. La pienezza. Il grande giro di boa della storia della tua vita. E sì, ci sono persone che ne approfittano e altre no».

L’abilità di sangria e vino bianco fresco nel cullare una calda notte d’estate, crea le condizioni per fugare ogni inibizione e far sì che le ragazze si lascino andare sulla via del mutamento, forti l’una dell’abbraccio delle altre. Fra loro si comprendevano, infatti, perfettamente: insieme a Marina, Aurora, Casandra, Gala e Victoria riconoscevano che «Vivere è un compito urgente!», convinzione sulla quale hanno costruito un loro piccolo mondo al femminile, dove sostenersi, stimolarsi, assistersi per uscire dal bozzolo come colorate farfalle aperte alla vita.

È una bella storia di solidarietà che va oltre il femminismo spicciolo al quale siamo abituati, perché lo travalica nel rispetto della personalità individuale. Valore sempre più raro, e che forse proprio per questo ancora riesce a svegliare gli animi. Non a caso il sottile filo rosso che dicevamo all’inizio, si spande a dismisura sulla superficie del mare, su quel magnifico elemento che come poche altre cose al mondo mette a confronto una persona con la propria essenza. Un vero e proprio invito a non smettere mai di lottare, a non accettare la banalità dello stabilito aprendosi all’imprevedibile bellezza della vita.

Uscito dalla fresca vena letteraria della giovane Vanessa Montfort, Donne che comprano fiori è una storia intensa, nella quale ogni donna (ma anche ogni uomo, se ha il coraggio di guardarsi onestamente nell’anima) ha la possibilità di identificarsi, usandolo come strumento per ri-trovarsi. (VEDI SCHEDA LIBRO)

Danda Delfino

POTREBBERO INTERESSARTI

You must be logged in to post a comment.