Storie

Bonobo: un inglese prestato alla giungla

Una delle cose più piacevoli della vita è, sicuramente, togliersi le scarpe dopo una lunga giornata di impegni e magari rilassarsi per qualche minuto sul divano con un calice di buon vino in mano. Se poi vogliamo rendere ancora più speciale il nostro momento, che cosa c'è di meglio di una fantastica colonna sonora ad incorniciare il tutto?

L'artista che vi consigliamo oggi per il vostro momento di riposo e tranquillità si chiama Bonobo.

Bonobo o Barakas, nomi d'arte di Simon Green, è un musicista, produttore e DJ britannico abbastanza conosciuto; nato a Leeds 38 anni fa, ha iniziato la carriera di produttore sin da giovane e le sue prime pubblicazioni risalgono agli ultimi anni ‘90.

Nel 2000 esordisce con l'album chiamato “Animal Magic” che, completamente auto prodotto, riscuote un ottimo successo sia nella stampa e negli ascoltatori, ma anche e soprattutto nelle etichette discografiche che si trovano di fronte ad un nuovo tipo di musica, rilassante e ritmata, chiamata downtempo.

Del 2003 è invece il suo secondo album “Dial 'M' for Monkey” seguito, tre anni dopo, dal terzo album in studio “Days to Come”.

Lo stile di Bonobo è molto particolare poiché utilizza una grande varietà di suoni abbinati a complesse combinazioni di bassi, con una musica che si sviluppa generalmente in modo lineare.

Nel 2010 viene pubblicato il suo quarto album dal nome “Black Sands”.

Tra il marzo e l'aprile del 2013 esce il suo quinto ed ultimo lavoro, “The North Borders”, che raggiunge il 29° posto della UK Albums Chart.

Tutti i suoi album in studio sono stati pubblicati tramite l'etichetta indipendente londinese “Ninja Tune”, casa con una forte propensione alla musica elettronica, con la quale aveva firmato nel 2001 dopo “Animal Magic”.

Fateci sapere se il mio consiglio vi sia utile, a distendervi dopo una di quelle giornate stressanti ed “uggiose” alla Battisti!

Lorenzo Chirimischi

You must be logged in to post a comment.