Atelier Formarsi

Arriva lei… e tutto si porta via

Come vero per altre ricorrenze, anche la festa della Epifania ha origini che arrivano da lontano, da molto lontano, molto più lontano del cammino che percorsero Baldassarre, Gaspare e Melchiorre, i Re Magi per arrivare il 13° giorno dopo il Natale da Gesù, portandogli in dono oro, incenso, mirra. Oggi, chiunque abbia allestito un presepe ci aggiungerà le loro statuine, ma poi… quella vecchietta buona che è la Befana si porterà via tutto, e la vita di noi poveri mortali riprenderà secondo i suoi ritmi consueti. Era l’ora, dicono in molti: affaticati da giorni convulsi di mangiate e bagordi – i più fortunati distratti anche da vacanze ai tropici o sulla neve – o anche solo storditi da troppi frastuoni, dopo la Befana torniamo ciascuno a riprendere il proprio posto nel mondo. Allora, a cosa è valso tutto questo? Forse a spendere dei soldi – i pochi rimasti, ormai! – in… stravizi e cotillon? Speriamo di no, sarebbe stato solo un incubo!

Epiphany and Santa Claus

A prescindere da ogni genere di “credo”, il periodo delle festività natalizie dovrebbe rappresentare un momento di riflessione, di rinnovata acquisizione di energie, serene e costruttive, che ci predispongano a lavorare nella nostra interiorità. Come abbiamo detto più volte, corpo e mente devono trovarsi fra loro in sintonia per portare equilibrio e, quindi, benessere: se vogliamo, dalla saggezza dei popoli antichi – ma anche soltanto da quella di un paio di generazioni avanti a noi – possiamo trarre molti insegnamenti in questo senso. Le tradizioni che ci hanno tramandato hanno tutte un senso, ma in qualunque modo si voglia vedere (quindi come la rappresentazione della più folkloristica Befana, oppure della cristiana trilogia del “battesimo di Gesù-adorazione dei Magi-miracolo di Cana”, o della nascita di Gesù oppure ancora dei Saturnali della Roma antica) il significato del termine “epiphàneia” – da cui Epifania trae origine – significa “apparizione”, o anche “rivelazione della divinità”, facendoci ricordare che siamo una piccola parte del grande spettacolo della Natura. Uno spettacolo che con l’inizio di gennaio inizia a mostrare i segni del rinnovamento, della luce che sta riprendendo il suo tempo alle tenebre. Quindi la rinascita, il rinnovamento, il guardarsi nella propria anima allo scopo di renderla migliore. 

Danda Delfino

POTREBBERO INTERESSARTI

 

 

You must be logged in to post a comment.