Atelier Comunicare Storie

I mondi del comunicare

Comunicazione è un segno, con un suo preciso significato noto ad almeno due soggetti, uno che lo trasmette l’altro che lo riceve. Comunicazione è un qualcosa di tangibile ma anche di intangibile: un sasso, una foto, un dipinto, una parola, una espressione del volto, un gesto del corpo. È comunque una testimonianza, la volontà di far sapere ad alti un nostro pensiero. È lasciare un segno che testimonia la nostra presenza, il nostro voler partecipare alla vita. E ciascuno lo fa nel modo più adeguato alla sua personalità, a seconda del proprio sentire, andando oltre le semplici parole. Sì, perché possiamo comunicare in vari modi, assecondando il desiderio di trasformare la nostra fragilità in memoria indelebile, per ricordare ai posteri che anche noi ci siamo stati, seppure per un brevissimo passaggio, smisuratamente piccolo se messo a confronto con la grandiosità in cui siamo stati collocati, ma non per questo meno significante. 

Ciò che rende ciascuno di noi “più speciale” è la soluzione che troviamo per esprimere la nostra essenza, quella intimità con la quale ogni giorno il nostro “io” si trova – talvolta non proprio consapevolmente – a confrontarsi, e che rappresenta il primo gradino per la comprensione e la crescita, eludendo ogni espediente che tenti di frapporsi al dialogo introspettivo. È un gesto di coraggio, a pensarci bene, perché ci mette davanti a uno specchio che non nasconde segreti, ma offre il vantaggio di insegnarci a utilizzare nel modo migliore li strumenti di cui disponiamo, valorizzandoli. E poi li affiniamo, li personalizziamo, ne inventiamo anche di nuovi, talvolta. Ciascuno a modo proprio, ma conoscendone le regole che permettono ad altri di comprendere le nostre intenzioni. Conoscendo le regole per superarle. Il mutamento fa parte di noi, accettarlo e farlo proprio è condizione del vivere serenamente con se stessi e, di conseguenza, con il mondo intero. Forse anche con l’Universo di cui siamo, come più volte ricordato, solo un piccolo granello di polvere che ha l’ambizione di brillare come una stella.

Alessandra Chirimischi

POTREBBERO INTERESSARTI

 

 

You must be logged in to post a comment.