logopag-02

Esperienze sensoriali

Cos’è la comunicazione? Una rappresentazione di socialità, ci viene da dire, in ogni senso: dal più costruttivo – come la ricerca del dialogo con i propri simili – al meno coinvolgente, rappresentato dalla manifesta voglia di isolarsi da altri individui. In ogni caso stabiliamo una scelta, in ogni caso facciamo sapere qualcosa a qualcuno. E così è stato da sempre, da che mondo è mondo: che l’umanità si esprimesse con un grugnito o intaccasse le pareti di una caverna, ha manifestato in infiniti modi il suo bisogno di lasciare un messaggio ai suoi consimili.

Parlare di comunicazione, perciò, significa abbracciare un insieme vastissimo di esternazioni, rappresentando un ambiente complesso, fatto di ogni immaginabile rappresentazione. Anzi, di più, perché è in evoluzione costante, una funzione che continuamente si adatta a rinnovate conoscenze e potenzialità: capirne la storia è uno dei tanti modi per comprendere quanto sia profondamente legata alle scelte culturali della società da cui si origina.

La comunicazione è la scoperta della persona, di ciò che per ciascuno significa il mondo circostante, il rapporto con altre persone e con le cose. Comunicare è un modo per rappresentare il proprio essere.

E comunichiamo qualcosa fin dal momento in cui nasciamo: non veniamo forse al mondo gridando a squarciagola la nostra presenza, come a dire “Ehi gente, ci sono e sto bene!”. Poi, procediamo col vivere.