Atelier Formarsi Storie
0 0

Chi ha paura del fantasma?

C’erano una volta… i “negri”, intendiamo quelli che oggi, per varie ragioni, si chiamano “ghostwriter”: l’espressione è cambiata perché sembra che dare del negro a qualcuno stia male (dicono essere offensivo, perciò chiediamo scusa da subito per aver utilizzato il termine, pur assicurando di non celare dietro a questa scelta cattive intenzioni, come ben comprenderete se avrete la bontà di […]

Continue Reading..
Comunicare Formarsi
0 0

Andiamo in biblioteca!

Le dividono 2760 anni di storia, e la comune ricorrenza del loro genetliaco fa del 21 aprile un giorno blasonato. 753 anni prima che una grotta di Betlemme fosse illuminata a festa, qualcuno ebbe la fantastica illuminazione di fondare una città, che per il suo splendore sarebbe diventata… la città Eterna! 2007 anni più tardi rispetto al fatto di Betlemme, […]

Continue Reading..
Atelier Comunicare Storie
0 0

I mondi del comunicare

Comunicazione è un segno, con un suo preciso significato noto ad almeno due soggetti, uno che lo trasmette l’altro che lo riceve. Comunicazione è un qualcosa di tangibile ma anche di intangibile: un sasso, una foto, un dipinto, una parola, una espressione del volto, un gesto del corpo. È comunque una testimonianza, la volontà di far sapere ad alti un […]

Continue Reading..
Atelier Comunicare
0 0

Comunicare: un problema di numeri?

Anche coloro che con la matematica non hanno un rapporto eccellente, e ai freddi numeri preferiscono la ricchezza del lessico, non possono esimersi dal fare due calcoli se vogliono meglio comprendere e farsi comprendere. Cominciamo così col “dare i numeri”, sulle parole che compongono una lingua: noi italiani, ad esempio, possiamo disporre di un ampio vocabolario, composto complessivamente da circa […]

Continue Reading..
Atelier Storie
0 0

Prospettive in… giallo

Sono piuttosto altezzosa, lo ammetto. Ma che volete farci, è più forte di me: so di essere bella e profumata, perciò con fierezza mostro la mia chioma bionda e spando in ogni direzione la mia fragranza inebriante. Il mio è un profumo talmente intenso da resistere alle sfide del vento che, dispettoso, tenta inutilmente di disperderne gli effluvi suadenti: ma […]

Continue Reading..
Atelier Formarsi
0 0

Vietato ai maggiori

Pochi giorni fa ho parlato con un editore – niente di che, penserete, visto il mestiere! – per valutare il suo interesse ad alcuni manoscritti. Sì, certo, interessanti i temi, uno in particolare, e diamo inizio a una piacevole chiacchierata che si interrompe bruscamente davanti all’età dell’autrice: troppo avanti con gli anni, loro investono solo sui giovani. Nulla da recriminare, […]

Continue Reading..
Atelier Comunicare
0 0

Psicologia dell’emergenza. Uno sguardo d’insieme

Ciò che Marta Viappiani – apprezzata psicologa e psicoterapeuta parmense – ha realizzato con il libro Psicologia dell’emergenza. Uno sguardo d’insieme, rappresenta un concreto punto di riferimento per chiunque abbia la volontà di migliorare il proprio stile di vita: almeno per quanto riguarda la gestione delle proprie emozioni, valorizzandole. Attraverso una vasta esperienza sul campo, Marta Viappiani ha affinato una […]

Continue Reading..
Formarsi
0 0

Il mare del benessere

Freud affermava che il comportamento tende al piacere, da qui la propensione a ripetere azioni dalle quali si è ottenuto. Basterebbe quest’osservazione da sola per comprendere perché tanti amanti del mare continuano ad andare in barca, di qualunque tipo sia. Effettivamente è così, ma di quale piacere parliamo? Di quello che il paesaggio visto dal mare sa restituire da una […]

Continue Reading..
Atelier Storie
0 0

Un pezzo di carne da lesso

“Metta le braccia sulla testa”. Non mi guarda nemmeno in faccia. Me ne sto qui seduta sul lettino a torace nudo e le mani sulla testa. È grottesco. Mi maneggia il seno come fosse una pallina antistress… le sue mani sembrano un gelato di luglio, fredde e molli. Accidenti, anche il giorno degli studenti dovevo beccare. Se ne stanno lì impalati, […]

Continue Reading..
Comunicare Storie
0 0

Dedicato a Lili

I fotogrammi iniziano a scorrere sullo schermo, mostrando paesaggi di bellezza conturbante che infondono nello spettatore una sensazione di pacatezza, perfetta a predisporre gli animi alla riflessione su sentimenti verso i quali è doveroso porsi con grande rispetto. In poche sequenze, un gioco abilissimo di montaggio anticipa, valorizzandoli, i contenuti di una storia: fra le prime immagini, predomina una Natura di […]

Continue Reading..